SCAFFALE PARTENOPEO

Vincenzo De Lillo: l’autore ideale per l’estate

Giovane scrittore con un innato senso ironico che ha trovato nella scrittura il giusto canale di diffusione della terapia del sorriso che “costa nulla e fa molto bene”!

di Marina Topa

La sua storia è la testimonianza di come la vita può cambiare in modo radicale, imprevedibile quanto improvviso, e di come sia proficuo accettare gli eventi con un atteggiamento costruttivo anziché rassegnato. È stato proprio quest’atteggiamento che gli ha permesso di aprirsi strade fino a quel momento inimmaginabili.
Affettuoso marito e padre di due figli, viveva dedito al lavoro ed alla famiglia. A trent’anni una vita già delineata che scorreva autonomamente… La battuta facile, la compagnia degli amici, qualche intervento simpatico su Facebook e in attesa, prima o poi, della pensione. Tutto era dato per scontato, anche la monotonia! Improvvisamente, però, Vincenzo perde il lavoro ed aumenta il tempo libero a sua disposizione, il rischio depressione incombe ma, fortunatamente per lui e per i suoi cari, fa una scelta resiliente! È arrivato il momento di dare un taglio al passato: si guarda intorno, intraprende altri lavori, evade dalla realtà leggendo vari libri e sente che la scrittura potrebbe essere lo strumento giusto per dare sfogo alle emozioni del momento (momenti di paura, rabbia, sfiducia si contrappongono ad altri di speranza, amore e fiducia). Decide così di iniziare a scrivere.

Siamo nel 2016 e, consapevole di avere il dono dell’ironia, che considera un’arma da tenere sempre affilata e pronta per essere usata, inizia a produrre una serie di racconti divertenti dal titolo Wc Tales – Brevi storie per una sana e corretta attività intestinale.
La scrittura gli fa praticamente da terapia per riappropriarsi della sua naturale maniera di affrontare la vita… Seguono tanti racconti ironici, pubblicati su varie antologie; con sua grande meraviglia alcuni vincono dei concorsi e, ormai consapevole delle sue capacità letterarie, a maggio del 2020 vede pubblicato il suo romanzo d’esordio Delirio (edito dalla Biplane Edizioni). L’esperienza continua infatti, il 19 aprile 2021, giorno del suo compleanno, vede pubblicato ancora un altro suo lavoro: Un cuore condiviso – Cronache appassionate di una famiglia, una raccolta di aneddoti di vita familiare con cui cerca di far comprendere cosa significa avere la “napoletaneità nelle vene”, una forma culturale che permette di affrontare la quotidianità con un allegro istinto di sopravvivenza abbinato al senso pratico. Insomma, soprattutto in vacanza e soprattutto dopo tutto lo stress accumulato in quest’ultimo anno e mezzo, la leggerezza dei suoi scritti può aiutare a riscoprire il sorriso di cui tutti abbiamo bisogno!

 

pubblicato il 4 luglio 2021