EVENTI

Una fiera nel cuore dei Quartieri Spagnoli

La sesta edizione di Ricomincio dai Libri tenutasi nel primo week-end del mese di ottobre con tanti ospiti e tante attività

di Giovanni Di Rienzo

Si è da poco conclusa la sesta edizione di Ricomincio dai Libri (RdL), che nel primo week-end di ottobre (4-5-6) ha ancora una volta arricchito Napoli con grandi ospiti, decine di attività e laboratori per tutti i gusti. Patrocinata anche dal Ministero dell’Ambiente, la manifestazione ha scelto come hashtag #prendiamocicura, a partire dall’orizzonte ambientale fino alla cura di sé e dell’altro che solo la cultura può offrire.

“La scelta di fare una fiera plastic free è stata ben accolta – dice la presidentessa dell’evento Deborah Divertito – sia dai visitatori che da editori ed ospiti, nonché dalla Fondazione Foqus, che ha felicemente collaborato con RdL 2019”. Allo stesso tempo, l’ambiente è stato al centro di numerosi laboratori e incontri, tra i quali il reportage di Francesca Gorzanelli Diario di un viaggio a Chernobyl, l’incontro con Geronimo Stilton per i più piccoli e il dialogo tra il Ministro dell’ambiente Sergio Costa e il direttore del tg1 Giuseppe Carboni. Segnali di una presa di coscienza fondamentale sulle problematiche ambientali, poiché, come sottolineava il Ministro: “Noi senza il pianeta non possiamo vivere, il pianeta senza di noi può vivere benissimo”.

Non meno peso ha avuto la cura per la formazione, l’istruzione e la diffusione della cultura. RdL è sempre stata e rimane, fin dalle sue origini a San Giorgio a Cremano, una fiera “dal basso”, che ha come obiettivo cardine il (ri)portare al centro dell’attenzione la lettura e gli strumenti che solo essa può offrire. Nelle parole del direttore artistico Lorenzo Marone, invece di abbandonarsi a fatalismi, “Ricomincio dai Libri vuole FARE” e creare un’alternativa. Obiettivo quotidianamente portato avanti dal Foqus, nato nel 2014 nel cuore dei Quartieri Spagnoli. In un’epoca di tensione sociale crescente, dove l’individualismo sembra la strada più ragionevole, la fondazione ha il merito di fare una grande opera di inclusione sociale ed educazione in uno dei quartieri più difficili della città. In primis, offrendo un’istruzione primaria a dei bambini che cresceranno con la possibilità di scegliere chi diventare.

RdL e Foqus si incontrano a metà strada, lavorando entrambi in nome della comunicazione e della buona convivenza. Fondamentali, in questo senso, i numerosi laboratori che hanno messo al centro bambini e ragazzi di tutte le età; l’incontro con Giulio Cavalli e il suo Carnaio, incentrato sull’ostilità verso i migranti; il dialogo tra Nello Trocchia e Sandro Cutolo sui Casamonica e i meccanismi della criminalità organizzata; e l’acceso dibattito tra Ernesto Galli Della Loggia (L’aula vuota) e Rachele Furfaro (presidentessa di Foqus), dove sono emerse tutte le contraddizioni del sistema dell’istruzione italiano, bisognoso di una riforma lungimirante e di respiro nazionale, che però non dimentichi le aree dove è a rischio il diritto stesso all’istruzione.

Al termine di questo sesto appuntamento, Ricomincio dai Libri segna un’altra importante tappa del suo percorso, coniugando ancora una volta l’interesse per la contemporaneità e la passione per i libri. Dopo questa felice sinergia con la Fondazione Foqus, forse è lecito aspettarsi una settima edizione allo stesso posto. Infatti la fiera ha ottenuto risultati più che soddisfacenti, sia per gli ingressi che per le vendite, nonostante la visibilità fosse ben diversa da quella dell’anno precedente al MANN. “C’è stata un’ottima affluenza e ognuno ha goduto della fiera a modo suo, dall’appassionato lettore alla famiglia che è venuta qui per trascorrere un bel pomeriggio: era questa l’atmosfera che volevamo costruire” dice sempre la presidentessa Divertito. Ma è ancora presto per fare previsioni e forse RdL, tra le altre cose, continuerà ad essere una fiera itinerante capace di coniugare cultura e riscoperta urbana.
.

pubblicato l’11 ottobre 2019

Potrebbe interessarti: