L’ASSOCIAZIONE

Un invito a provare la bellezza del volontariato

Domani alle ore 17.30 l’associazione onlus “Opera Don Bonifacio – Azione Verde” organizza un workshop presso “Qui fu Napoli”

di Marina Topa

L’associazione onlus “Opera Don Bonifacio – Azione Verde” fondata dal sacerdote nigeriano Don Bonifacio Duru nel 2002, organizza un workshop domani alle ore 17,30 – presso “Qui fu Napoli” in via Salvador Rosa 157, per fare il punto dei risultati raggiunti grazie al lavoro di tanti volontari e diffondere gli obiettivi auspicabili. Con il motto “i bambini sono la ricchezza delle nazioni povere e la speranza dell’umanità”, questa onlus si è programmata di promuovere lo sviluppo umano in tutto il mondo realizzando progetti finalizzati all’educazione, l’istruzione, la formazione di bambini e adulti e la garanzia del diritto alla salute. Il luogo di partenza è stato il territorio della Diocesi Cattolica di Orlu (a sud-est della Nigeria) ma il desiderio è quello di estendere le iniziative a territori sempre più vasti.
Un impegnativo progetto in corso è “Azione verde University” che mira ad offrire a circa 5000 studenti opportunità di sviluppo umano con la costruzione di università, mensa, alloggi, centri sportivi, chiesa, biblioteca ed altre strutture di incontro. “Azione Verde” punta anche al sostenimento delle vedove con progetti di microcredito per il soddisfacimento dei bisogni di base. Tutt’oggi si è raggiunto il numero di 500 adozioni a distanza che permettono a bambini nigeriani di crescere dignitosamente nella loro terra; concorre a tale scopo il programma di borse di studio pluriennali per consentire il prosieguo degli studi universitari e l’inserimento nel mondo del lavoro, anche all’estero. Ogni anno, inoltre, nei mesi estivi, un gruppo crescente di volontari di tutti i paesi partecipa ad una missione, sempre in Nigeria, realizzando concretamente l’amore per l’umanità ed il confronto rispettoso delle diverse culture. Altro grande traguardo raggiunto è la realizzazione dell’“Aqua Viva Hospital” dove svolge un ruolo decisivo anche il supporto del team medico volontario italiano. Partecipare all’incontro non significa impiegare un po’ del proprio tempo per darsi l’opportunità di conoscere ed aprirsi ad orizzonti nuovi.

pubblicato il 14 febbraio 2020