L’imponente colpo di testa di Koulibaly all’Allianz Stadium

/ L’EDITORIALE

Prima la Juve poi il Salisburgo in Europa League

La sfida ai rivali bianconeri al San Paolo prima degli ottavi di Europa League contro la compagine austriaca

di Giovanni Gaudiano

Inizia stasera una settimana importante per il Napoli di Ancelotti. Arriva la Juventus al San Paolo, si giocherà per il morale, per dare una gioia ai tifosi e forse per cambiare un’inerzia che dura da troppi anni. La gara con i bianconeri è sempre molto sentita, si sperava di essere più vicini in classifica per provare a creare qualche preoccupazione ad una squadra costruita anno per anno con investimenti importanti, che però anche in questa stagione potrebbe mancare l’obiettivo europeo se non riuscirà a ribaltare a Torino il 2 a 0 subito dall’Atletico Madrid al Wanda Metropolitano. Poi il Napoli ospiterà giovedì il Salisburgo nella gara d’andata degli ottavi di finale di Europa League.

L’undici titolare del RedBull Salzburg

È una partita da prendere con le molle, ricordando il doppio confronto con la Lazio dello scorso anno. La squadra azzurra dovrà giocare al meglio, senza distrazioni e senza sprecare sotto porta per andare avanti nella competizione. Una vittoria con la Juve potrebbe servire da lancio e potrebbe confermare che le incertezze degli ultimi tempi sono alle spalle.
Poi doppia trasferta: ancora in terra emiliana, dopo Parma, a Reggio Emilia per affrontare il Sassuolo e quindi ritorno di E.L. in Austria nella splendida città mozartiana; poi la gara in casa con l’Udinese prima della sosta per la nazionale. Ci si augura per il momento che lo stadio San Paolo stasera e giovedì sia strapieno, che la società faccia uno sforzo, valutando il doppio impegno ravvicinato, e che i tifosi non facciano mancare il loro sostegno.

Ancelotti, pur continuando nel suo lavoro proiettato al futuro, sembra aver oramai scelto, al netto delle forzate assenze di Albiol e Mario Rui, una formazione base da mandare in campo con continuità. È necessario sostenerlo, considerando che qualche giocatore appare logoro per i tanti anni di buon rendimento e che il Presidente dovrà decidere quale tipo
d’investimento fare ad inizio estate per tentare ancora una volta l’assalto proprio ai bianconeri.

pubblicato su Napoli n.7 del 03 marzo 2019