IL CALCIOMERCATO ALLE PORTE

Lobotka forse, Mertens da confermare

Lo slovacco richiesto da Gattuso per il centrocampo, il belga da tenere per tentare la scalata al quarto posto

di Giovanni Gaudiano

Ieri il Napoli ha ripreso gli allenamenti con un giorno di ritardo rispetto all’Inter di Antonio Conte, che sarà al San Paolo lunedì sera.
L’obiettivo della gara della Befana dovrebbe essere quello di rendere difficile la vita alla lanciatissima Inter che tra l’altro, pare, potrà contare sulla rosa al completo con il recupero di alcuni infortunati, a partire da Sanchez.
Non si sa ancora, invece, se Koulibaly, la cui importanza per la difesa non è in discussione, recupererà.
In questo momento la sfida di lunedì sera ha solo il sapore del grande confronto, con il Napoli chiamato a tentare di recuperare una posizione in classifica migliore dell’attuale, in attesa più avanti di valutare possibili recuperi per la zona Champions ad oggi davvero lontana.
Nel frattempo ci sono notizie, al momento non confermate, che riguardano eventuali operazioni di mercato.
Pare sia in fase di chiusura la trattativa per Lobotka, lo slovacco che qualcuno dice sarebbe stato consigliato a suo tempo da Hamsik. Secondo alcuni sarebbe la scelta giusta per sistemare il centrocampo del Napoli, la zona di campo che più di tutte la squadra ha denotato problemi.
Le caratteristiche del giocatore a ben guardare potrebbero, però, non essere quelle necessarie a Gattuso per modificare il gioco del Napoli. Poi ci sarebbe da capire chi sarà scelto per giocargli di fianco.

Si sente anche parlare di una cessione di Mertens, addirittura alla Roma, che teoricamente sarebbe la squadra sulla quale Gattuso e compagni dovrebbero tentare la corsa per il sorpasso.
Il belga è uno dei giocatori che meglio si è comportato in questi anni al Napoli. Anche nella vicenda del dopo Salisburgo è stato forse l’unico, in quell’inopportuno allenamento a porte aperte, a chiedere scusa al pubblico.
Il presidente ne conosce il valore, la serietà e soprattutto la capacità di andare in gol, di servire assist e di giocare laddove richiesto, al contrario di altri che hanno sempre mal sopportato la necessità di mettersi a disposizione della squadra anche in un ruolo non proprio gradito.
Sarebbe un errore cedere Mertens, come d’altra parte non trovare un accordo per prolungare la sua permanenza al Napoli. Si tratta di un giocatore integro, con voglia di fare, che in questi anni si è sempre ben comportato, accettando anche la panchina senza creare problemi.
Cosa ricaverebbe oggi il Napoli dalla sua cessione? Quanto costerebbe sostituirlo? E soprattutto con chi? Per uscire al più presto da una situazione non preventivata, per affrontare prima la Coppa Italia e poi la difficile sfida con il Barcellona al meglio servono idee chiare e scelte precise e coraggiose. Arriveranno?
Se lo augura tutta la città con il pubblico del San Paolo che alla ripresa dovrebbe affollare lo stadio come nei migliori momenti.

pubblicato il 31 dicembre 2019