SCAFFALE PARTENOPEO

“La Juve nuoce alla salute” di Achilleugenio Lauro

Il libro presentato al Tennis Club Napoli prende di mira la Vecchia Signora col tipico sarcasmo napoletano

di Bruno Marchionibus

Nella splendida cornice del Tennis Club Napoli è stato presentato il sarcastico volume “La Juve nuoce alla salute”, edito da Guida e realizzato da Achilleugenio Lauro, nipote del Comandante, tifoso azzurro e, come si può evincere già dal titolo del suo ultimo lavoro, fieramente anti-juventino. Sono intervenuti anche il direttore del Mattino Federico Monga, il presidente del club Riccardo Villari e l’artista Gino Rivieccio.

Lauro, nel libro, spiega i motivi di questa avversione nei confronti della squadra bianconera, la più amata ma anche la più odiata dagli italiani, quella con più sostenitori ma anche con più appassionati pronti a gioire per le sue sconfitte. Un’antipatia, quella nei confronti della Vecchia Signora, che non ha equivalenti neanche verso compagini pur altrettanto titolate, come le due milanesi; non è solo la monotonia dei tanti successi, infatti, l’unica causa di questo atavico astio, ma anche l’atteggiamento da “primi della classe” di società, giocatori e supporters bianconeri a dividere il mondo del calcio in juventini ed anti-juventini, così come i numerosi episodi arbitrali “dubbi” che negli anni hanno dato adito a polemiche e sospetti. A Napoli, poi, la rivalità con la squadra di Torino è da sempre particolarmente sentita, fatto ancora ulteriormente accentuato nell’ultima stagione dal passaggio dell’ex leader del popolo partenopeo Sarri proprio sulla panchina bianconera; anche il “tradimento” del tecnico toscano, tuttavia, ha concorso a rendere particolarmente piacevole la vittoria dello scorso giugno in Coppa Italia, lo stesso trofeo che il Napoli del nonno di Achilleugenio si aggiudicò nel lontano 1962.

pubblicato il 03 agosto 2020