IN PRIMO PIANO

Il presidente indeciso tra sostegno e critica al tecnico

È necessario eliminare dubbi, perplessità sulla gestione dell’allenatore, le dichiarazioni di ieri non fanno bene al Napoli

di Giovanni Gaudiano

Si era chiesto l’intervento del presidente e De Laurentiis ha inteso far sentire la sua voce.
Il suo intervento sarebbe stato perfetto al netto di una stonatura sulla metodologia del lavoro del tecnico, che appare come l’ennesima invasione di campo. Cosa ne direbbe De Laurentiis se gli si chiedesse di spiegare la sua metodologia di lavoro?
La preparazione e la professionalità, si badi non il professionismo, di un tecnico come Ancelotti non può e non deve essere messa in relazione ai risultati che si ottengono anno per anno, vale la carriera. Poi le contingenze possono essere tante.
La stonatura del presidente ha generato nell’immediato una serie di voci senza ottenere al contrario il risultato di spegnere fuochi e togliere voce a chi continua a remare contro.
Ancora stamattina si legge di contatti con Gattuso ed altri.
Non ci pare si tratti di informazione ma di tendenziosità da parte di chi non ha notizie e le spara tanto per parlare.
A Napoli c’è un detto che dice che quando Pulcinella non aveva cosa dire apriva e chiudeva la bocca tanto per far prendere un po’ d’aria al cavo orale.

Chi può ragionevolmente pensare che Ancelotti possa essere sostituito da Gattuso?
E se dovesse davvero accadere sarebbe una scelta sopportabile?
Ci si augura che tutto questo non accada mai. Ci si augura che il Napoli riprenda la sua marcia. Ci si augura che il presidente una volta tanto faccia una seria programmazione per vincere, confermando Ancelotti e lavorando sin da ora alla costruzione di una squadra completa e motivata.
Non vorremmo fare paragoni, non sono giusti per natura, ma quello che hanno fatto all’Inter andrebbe preso ad esempio.
Il tecnico ha chiesto di mandare via alcuni giocatori e la società, pur dovendo fare un sacrificio economico, ha seguito le indicazioni di Conte. Oggi l’allenatore salentino è primo in classifica e pur di cambiare aria, non è particolarmente simpatico, gli si augura di detronizzare la Juventus.
Tornando al Napoli, ci si augura che prima di sabato ma soprattutto prima di martedì Aurelio De Laurentiis intervenga ancora una volta, spazzando via dubbi, perplessità e confermando la fiducia al tecnico che si spera possa lavorare in tranquillità.

pubblicato il 5 dicembre 2019