/ L’OPINIONE

Il calciomercato finalmente sta finendo

Al termine della sosta per le Nazionali si potrà già avere un’idea più attendibile del nuovo Napoli di Ancelotti

di Giovanni Gaudiano

I Righeira cantavano la fine dell’estate, qui invece si canticchia la fine del calciomercato. Un vero e proprio martirio. Una sequenza di notizie di cui parte si sono rivelate vere, altre no.

A parte qualche altra cessione in corso in queste ultime ore, salvo colpi di scena inaspettati il Napoli dovrebbe aver concluso la sua sessione estiva. Tante partenze, nuovi arrivi e rinforzi importanti per il primo vero Napoli di Ancelotti, chiamato come ha dichiarato l’allenatore stesso a ben figurare in tutte le competizioni e magari anche a lottare per lo Scudetto.

Non è utopia. Gli azzurri in queste prime due giornate hanno dimostrato di avere uno scacchiere ricco di pedine dal valore qualitativo importante. Eppure i punti conquistati sono stati soltanto tre per un autogol del giocatore più forte in rosa, colui che spesso in passato ha tirato i partenopei fuori dai guai con colossali prestazioni difensive.

Qualcosa però ancora manca: innanzitutto la forma di diversi giocatori chiave, gli ultimi rientrati dalle Nazionali, che chiaramente non sono ancora in condizione ottimale; poi l’equilibrio a centrocampo, in questo momento assente per un assetto tattico nuovo e un po’ spregiudicato che andava provato in partite vere e non soltanto in amichevoli, come Ancelotti sapientemente ha avuto il coraggio di fare. Una volta risolte queste problematiche, ci sarà sicuramente da divertirsi!

I nuovi acquisti hanno già dato dimostrazione del proprio valore, è bastata infatti una partita per capire che in determinati ruoli il Napoli finalmente può vantare doppie soluzioni per il grande numero di partite da disputare. Al termine della sosta ci sarà un mese denso di impegni dove la squadra di Ancelotti tra campionato e Champions sarà soggetta a continue rotazioni ed avrà la possibilità di esprimersi in tutte le sue sfaccettature.

Da quel momento sarà lecito lasciarsi andare a considerazioni sull’operato della società e dell’allenatore, che sicuramente hanno le idee chiare sul futuro del Napoli.

Mancherà sempre qualcosa, ci sarà sempre qualcosa che si può fare per migliorare una rosa. Non esistono le squadre perfette, non sono mai esistite e non esisteranno mai!

Se ci saranno problemi, si troverà una soluzione. Se non ci saranno, sarà come tutti gli altri anni, dove i pronostici alla fine sono stati sempre ribaltati.

Roseo o grigio sarà il futuro? Sicuramente azzurro! Buon campionato e buona Champions.

pubblicato su Napoli il 02 settembre 2019