/ PROFILI

Dalle montagne della Macedonia al mare di Napoli

Il giovane Elmas è pronto a stupire in azzurro con la sua tecnica e la sua capacità di ricoprire ruoli diversi a centrocampo

di Lorenzo Gaudiano

I numeri di maglia oramai non significano più nulla. Non hanno più il valore di un tempo, quando la posizione in campo di un determinato giocatore si poteva intuire sin dalla numerazione. Dall’uno all’undici, ogni ruolo aveva il suo numero, regola che in qualche categoria ancora è sopravvissuta. Negli anni degli scudetti partenopei, per esempio, se il Napoli avesse avuto in organico un centrocampista come Eljif Elmas, che numero di maglia avrebbe avuto?

Il ritorno alle origini

È da Skopje che parte la storia di questo giovanissimo talento, di origini turche e prossimo ai 20 anni tra poco più di un mese. Giovanili e prima squadra nel Rabotnicki, squadra della capitale, dove il giovane Eljif apprende i primi fondamentali, cominciando ad incantare con le sue doti tecniche. Prima una capitale, poi un’altra, Instabul nel 2017, con la maglia gialloblù del Fenerbahce, per cominciare a respirare l’aria del grande calcio e cullare il sogno di calcare con le proprie scarpette i campi da gioco più importanti nel panorama internazionale.

Un centrocampista eclettico

Si diceva dei numeri di maglia. Elmas potrebbe essere identificato come un dieci, un otto oppure anche un quattro. Solitamente trequartista, così infatti viene impiegato con la nazionale macedone, in Turchia spesso è stato schierato in posizione più arretrata, come mezzala oppure all’occorrenza come regista difensivo. Dribbling, propensione all’attacco e visione di gioco sono le frecce nel suo arco, per provare a fare centro in un campionato complesso come quello italiano. Come per Fabiàn Ruiz lo scorso anno, il macedone sarà inserito molto probabilmente in maniera graduale da Carlo Ancelotti, che saprà certamente valorizzare la sua duttilità ed il suo raffinato talento per migliorare ulteriormente il centrocampo partenopeo e accorciare le distanze dalle squadre europee di maggior livello.

Eljif tra il calcio, la famiglia e il Napoli

“Sono davvero felice ed emozionato di giocare nel Napoli. Questa è la mia grande occasione, una sfida per dimostrare a tutti quanto valgo”

“Mi vedo più come un numero 10 piuttosto che come un 8 o un 4. Tuttavia mi piace sia dribblare che lottare in mezzo al campo. Rispetto le scelte degli allenatori, mettendomi sempre a disposizione della squadra”

“Ad eccezione degli allenamenti di solito passo il mio tempo a casa con la famiglia. Nella mia vita c’è solo il calcio, sono concentrato su quello ed i miei obiettivi”

Chi è Elmas

“Elmas è un giocatore fantastico, nessuno credeva potesse crescere così tanto in così pochi anni. Ha classe e tanto carisma”

Zoran Misevski (giornalista macedone)

“Elmas è un giocatore tecnico con una forte personalità. Quando ha l’occasione, non ha paura di tirare e fare centro. La sua miglior qualità è la visione di gioco”

Goran Pandev

pubblicato su Napoli n.13 del 07 agosto 2019

Potrebbe interessarti: