/ LA SOCIETÀ

Consuntivo Super Positivo per “La città dei Ragazzi”

I ragazzi protagonisti del progetto sostenuto dalla Coop. La Locomotiva Onlus, hanno raccontato con un filmato la loro esperienza

di Marina Topa

Sabato 18 maggio 2019, nella sala consiliare “Silvia Ruotolo” della 5^ Municipalità di Napoli, in via Morghen, i protagonisti del progetto “La città dei ragazzi”, sostenuto dalla soc. Coop. La Locomotiva Onlus, hanno relazionato in merito all’ esperienza vissuta durante quest’anno scolastico: CONSUNTIVO SUPER POSITIVO!

Come raccontato dalla Dott.ssa Luisa Russo (responsabile del Nucleo Operativo di Neuropsichiatria Infantile della Asl NA1 Distretto 27), a inizio anno scolastico un gruppo di ragazzi perlopiù sedicenni, volontari dell’associazione, avanzarono l’idea di affiancare con appuntamenti settimanali dei ragazzi autistici e, nel rispetto delle loro caratteristiche, ben spiegate durante degli incontri con la dottoressa, accompagnarli in un programma di autonomia dalla figura di riferimento familiare e soprattutto genitoriale.

Sia l’assessore alle politiche sociali del comune di Napoli, Roberta Gaeta, che Valentina Barberio, assessore allo Sport, Salute, Legalità e Politiche Sociali della 5^ Municipalità, hanno sottolineato quanto siano importanti e confortanti iniziative come questa, soprattutto in un momento storico come quello che sta vivendo Napoli, e come le istituzioni locali siano disposte a favorirne la realizzazione.

I ragazzi hanno raccontato in un filmato le tappe principali della loro esperienza; le mamme dell’Associazione “La Città Adattabile-Napoli per l’Autismo” hanno poi riportato le emozioni vissute da loro e dai propri figli in quelle stesse situazioni testimoniando il riscontro positivo che questo percorso ha avuto nella vita quotidiana dei loro figli.

Ovviamente ansia, tensioni, difficoltà non sono mancate ma il risultato finale è stato estremamente positivo: CONOSCENZA, FIDUCIA RECIPROCA e COLLABORAZIONE!

Queste sono state le caratteristiche della crescita umana personale di tutti coloro che sono stati coinvolti nell’iniziativa, indipendentemente dall’età e dalle situazioni individuali ed è questo lo spirito con il quale le nuove generazioni hanno bisogno di essere educate. Lo confermano le dichiarazioni dei genitori dei ragazzi volontari (genitori meritevoli di aver dato ai figli la possibilità di vivere un’importante occasione di crescita umana) ammirati di come i propri figli, guidati e sostenuti dall’équipe della cooperativa “La Locomotiva” Onlus, dottori Gisella De Feo, Valentina Gombos e Antonio Urso, siano stati i reali registi responsabili di tutto il percorso.

L’augurio è che la divulgazione dell’esperienza, oltre al sostegno e all’entusiasmo dei partecipanti, possa favorire la sua estensione a macchia d’olio includendo anche ragazzi legati ad altre problematiche nonché ad un numero crescente di volontari.

pubblicato il 22 maggio 2019