SCAFFALE PARTENOPEO

“Anche noi siamo felici” di Mariateresa Di Pastena

Il nuovo libro della giornalista ed insegnante di lettere alle scuole medie per educare e sensibilizzare i ragazzi

di Marina Topa

Dopo “Voglia di vivere” e “Nico ed i suoi amici” Mariateresa Di Pastena, da anni insegnante di lettere alle scuole medie e giornalista, continua a creare materiale didattico per favorire negli adolescenti, suoi alunni e non, lo sviluppo della capacità di guardare il mondo anche dalla prospettiva di altre persone. Un compito arduo quanto fondamentale: sensibilizzare alla conoscenza e l’accettazione ed il rispetto dell’altro in un mondo dove ancora la diversità, appunto l’ALTRO, fa paura e spesso proprio per questo viene evitato o affrontato con chiusura e talvolta aggressività.

L’autrice, pienamente consapevole del ruolo sociale dell’insegnante, al di là della materia d’insegnamento, dice: “Sono fermamente convinta, e la mia esperienza di insegnante me lo conferma ogni giorno, che dalla scuola, oltre che dalla famiglia, debbano partire messaggi educativi importanti, che possano allontanare, e spero un giorno eliminare, i pregiudizi e ‘l’ignoranza’, intesa nel vero senso della parola, che spesso condizionano i rapporti umani.

L’ultimo libro s’intitola “Anche noi siamo felici” – ed. Koala. Nato, come i precedenti, dall’esigenza di comunicare con i ragazzi e di dar voce alle loro esperienze relative a varie problematiche, in questo libro affronta i temi l’adolescenza, la scuola, l’amicizia, il primo amore, i legami familiari, nelle loro varie sfumature, e le passioni dei ragazzi ma anche degli adulti (in questo caso, il disegno, i fumetti, il calcio, il cinema, Totò). Narrando la vita dei personaggi, approccia poi con leggerezza ma al tempo stesso con incisiva sensibilità le difficoltà della disabilità (in particolare lo spettro autistico) e della ‘terza età’, mostrando come ci si possa avvicinare a queste realtà ricavandone un arricchimento di esperienze e di emozioni positive.

Lorenzo, uno dei protagonisti del romanzo, ha 12 anni ed un fratello, che ne ha 14 e che affetto da una grave forma di autismo, non parla, comunica solo attraverso gli sguardi, adora il cinema e i fumetti della Disney, ama disegnare ed ha una memoria eccezionale: i due fratelli hanno trovato comunque un modo per comunicare e per capirsi. La loro è una bella famiglia ma ogni giorno deve lottare contro tanti pregiudizi e tante barriere. Purtroppo tutto il gruppo familiare è messo spesso a dura prova dal mondo esterno, accecato dai pregiudizi; Lorenzo reclama il diritto della sua famiglia ad una vita uguale a quella di tutte le altre. Lui che da piccolo era geloso delle attenzioni riservate a suo fratello, pur vivendo la propria vita fatta di sogni, amici, giochi, è ora cresciuto e pronto ad impegnarsi per cambiare le cose!

I giovani lettori si accosteranno alle suddette tematiche proprio attraverso le esperienze di Lorenzo, della sua famiglia e dei suoi amici ma il filo conduttore del racconto è la ricerca della felicità, diritto che è di tutti, indipendentemente dalle abilità, dall’età e da tutto il resto.
Ogni capitolo è introdotto da un aforisma, coniato ad hoc dall’autrice per riassumerne il senso e far crescere la speranza e la voglia che ognuno possa vivere al meglio la propria vita ed aiutare anche gli altri in tal senso.

I capitoli sono intervallati da “Proposte di lavoro” che verificano la comprensione del testo, arricchiscono il lessico e la produzione scritta, offrendo anche giochi ed esercitazioni linguistiche originali che stimolano la creatività.

Un libro che, oltre che in contesto scolastico, è una lettura piacevole, divertente e costruttiva per ogni adolescente.

pubblicato il 20 dicembre 2019