LA MOSTRA

150 “da Michele” tra foto, audio e video

L’Antica Pizzeria da Michele celebra sul proprio sito il suo primo secolo e mezzo di storia con una mostra fotografica virtuale

di Bruno Marchionibus

Chiunque si sia seduto anche solo una volta nei suoi tavoli di via Cesare Sersale, sa bene che l’atmosfera che si respira ne “L’Antica Pizzeria Da Michele” è un qualcosa di unico e irripetibile in qualsiasi altra location. Quella della famiglia Condurro non è una pizzeria, ma “la” pizzeria per eccellenza, capace di condensare tra le sue mura tutto il fascino della tradizione napoletana, e per celebrare i 150 anni da quando Salvatore, colui che diede vita all’attività di famiglia, ottenne la licenza per fare pizze, ha pensato di proporre sul proprio sito (http://www.micheleintheworld.com/mostra/) una mostra fotografica virtuale ripercorrendo la storia della famiglia e del locale.
La gallery presenta una serie di contenuti video, audio e fotografici che permettono agli spettatori di viaggiare nello spazio e nel tempo. Dalle ormai 15 sedi aperte in Italia e nel mondo ai tre libri che raccontano la pizzeria, infatti, questo tour, curato dal fotografo Pino Miraglia con la grafica di Vito Lombardi e la progettazione di AV Communication e forte delle partnership di “Cucina a Sud” e “ItaliaSquisita”, rende perfettamente l’idea del perché “l’Antica Pizzeria da Michele” a partire da Forcella sia riuscita a conquistare il mondo. Presenti, inevitabilmente, anche le tante celebrità che negli anni hanno gustato la celebre pizza di Michele; dal D10S Diego Armando Maradona all’attore Jude Law fino a Julia Roberts, che in una scena di “Mangia Prega Ama” del 2010 assapora la margherita più famosa di Napoli.
Ad ogni modo la speranza, legata naturalmente a quello che sarà l’andamento della questione Covid nei prossimi mesi, è che questa versione web della mostra possa rappresentare solamente l’anticipazione di un evento analogo da realizzare “fisicamente” entro la fine dell’anno, per far sì che i tanti amanti del mondo di Michele, con i quali l’Antica Pizzeria non ha interrotto la comunicazione neanche durante il lockdown grazie ad una quotidiana attività sui social, possano fare due passi anche di persona nella storia della famiglia Condurro.

pubblicato il 03 giugno 2020